Prestiti tra privati come soluzione tra i prestiti per protestati

Banche e finanziare sono solite eseguire dei controlli su coloro che avanzano una richiesta di finanziamento, al fine di accertarsi se il soggetto sia affidabile economicamente o meno. Questo potrebbe essere un problema per coloro che in passato hanno subito un protesto, o sono ancora iscritti al registro Crif. Non c’è modo di evitare tali accertamenti, ma è possibile per questi soggetti trovare valide alternative a un classico finanziamento personale. Una possibile soluzione per protestati e cattivi pagatori può essere quella di richiedere un prestito tra privati. Nell’articolo che segue ci proponiamo di fornire al lettore i giusti approfondimenti sull’argomento. Chi desidera invece saperne di più sui prestiti per i protestati e i cattivi pagatori, che non siano quello di cui parliamo in sede, possono recarsi sul sito internet Guidaprestitiprotestati.it.

In un prestito tra privati non sono le banche a mettere a disposizione la somma di cui abbiamo bisogno, ma un altro individuo al nostro pari. Questo patto può essere sottoscritto da due conoscenti, amici o parenti, e regolarizzati tramite una scrittura privata. Se ci troviamo in difficoltà un nostro caro può prestarci la somma di cui abbiamo bisogno, ma per rendere la transazione legale dovremo dichiarare l’operazione al fisco. Per farlo dovremo stilare un contratto – definito scrittura privata – in cui sono espressi tutti gli estremi e dettagli sul prestito. L’atto può essere siglato da un notaio, ma non è obbligatorio. La natura di questi finanziamenti può essere duplice: esistono dei prestiti fruttiferi – che prevedono degli interessi da pagare – o infruttiferi – dove invece dovremo restituire solo il denaro che abbiamo preso.

Se invece nessuno di nostra conoscenza può fornirci la cifra che ci serve dovremo rivolgerci a terze persone, spesso sconosciuti, che dispongono di tale somma. Basta collegarsi su internet e trovare una delle tante community di social leading, ovvero prestito sociale, e iscriversi sul sito. Qui entreremo in contatto con il prestatore, a cui chiederemo il denaro e a cui dovremo restituirlo in comode rate mensili e con un tasso di interesse tra i più bassi in assoluto. Il tutto si svolge dal proprio pc, comodamente da casa e in pochissimo tempo. Conveniente, no?