Cessione del quinto della pensione rifiutata: perché?

I pensionati spesso non hanno modo di ottenere credito dalle banche, in quanto la loro età avanzata rappresenta un fattore di rischio per le banche emittenti. Nonostante questo però possono accedere a un prestito pensato per la loro condizione, facile da restituire e molto vantaggioso. Sto parlando della cessione del quinto della pensione, che ha un funzionamento simile alla cessione del quinto dello stipendio. Ottenendo un simile prestito è possibile ricevere fino a 20 mila euro, da restituire in un lasso di tempo abbastanza breve. I tassi di interesse applicati sono agevolati, ma tra le spese da sostenere è prevista anche quella di una polizza assicurativa. Quasi tutti i pensionati INPS possono richiedere tale finanziamento, ma ci sono alcuni casi particolari in cui la domanda potrebbe essere rifiutata. Di seguito ne vedremo alcuni, per capire chi non può ricevere una cessione del quinto della pensione. Se desideriamo invece altre informazioni sul prestito in generale, e vogliamo sapere come muoverci per ottenerne uno, possiamo consultare il sito internet https://prestiticoncessionedelquinto.it/.

La cessione del quinto potrebbe esserci negata nel caso in cui l’ammontare della pensione corrisponde a una cifra minima (per esempio nella pensione sociale). Dobbiamo considerare che le rate di una cessione del quinto equivalgono al 20 % del valore della pensione al netto. Tolte le trattenute, al richiedente deve rimanere per sé una cifra non inferiore ai 500 euro almeno. Questo accade perché ogni tipo di finanziamento che possa considerarsi legale deve prevedere delle rate sostenibili, che possano lasciare al debitore una cifra adeguata a vivere dignitosamente – ovviamente tolto l’importo dovuto mensile. Va da sé che l’importo ricevuto mensilmente come pensione non può essere inferiore ai 500 euro, se vogliamo che la cessione del quinto ci venga accordata.

Non potremo ottenere il prestito neanche nel caso in cui:

      Il richiedente percepisce una pensione sociale o di invalidità, in quanto l’INPS non potrà effettuare l’addebito mensile automatico;

      Vogliamo farne richiesta tenendo conto della quota di assegni del nucleo familiare;

      La pensione percepita è definita con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del sol soggetto richiedente del prestito.