Cessione del quinto della pensione rifiutata: perché?

I pensionati spesso non hanno modo di ottenere credito dalle banche, in quanto la loro età avanzata rappresenta un fattore di rischio per le banche emittenti. Nonostante questo però possono accedere a un prestito pensato per la loro condizione, facile da restituire e molto vantaggioso. Sto parlando della cessione del quinto della pensione, che ha un funzionamento simile alla cessione del quinto dello stipendio. Ottenendo un simile prestito è possibile ricevere fino a 20 mila euro, da restituire in un lasso di tempo abbastanza breve. I tassi di interesse applicati sono agevolati, ma tra le spese da sostenere è prevista anche quella di una polizza assicurativa. Quasi tutti i pensionati INPS possono richiedere tale finanziamento, ma ci sono alcuni casi particolari in cui la domanda potrebbe essere rifiutata. Di seguito ne vedremo alcuni, per capire chi non può ricevere una

L’assegno bancario, come impostarlo nei conti corrente

Quando apriamo un conto bancario ci vengono forniti degli accessori e dei prodotti che sono in qualche modo collegati a questo. È il caso per esempio della carta bancomat, ma anche del blocchetto contenente un tot numero di assegni bancari in bianco – da compilare all’occorrenza. L’assegno è uno strumento finanziario che sfruttiamo per operare un pagamento, e ci consente di trasferire una determinata somma dal nostro conto corrente in favore di un’altra persona.

Già a colpo d’occhio un assegno ci fornisce una serie di informazioni circa la sua provenienza e tipologia. Per esempio su ogni assegno troviamo dati come il nome della banca emittente, il luogo di pagamento, le coordinate bancarie, e anche la dicitura “non trasferibile”. Per compilarlo al meglio bisogna ricordarsi di inserire alcuni elementi fondamentali perché l’incasso vada poi a buon fine. Tra le cose principali

Quando viene negato un prestito FAF: parliamo dei piccoli prestiti

I finanzieri possono sottoscrivere un prestito FAF, in caso di necessità. Tale finanziamento è rivolto alle sole fiamme gialle, e più in particolare a coloro che sono iscritti al Fondo di previdenza da un periodo di tempo consono. Questi fondi possono essere stanziati per affrontare vari tipi di spesa, di importi variabili, affrontate dagli appartenenti al Corpo e famiglie. Un prestito FAF prevede costi e interessi molto convenienti, soprattutto rispetto alla media di mercato. Per ottenerli però è necessario rispondere a tutti i requisiti, e compilare per bene il modulo di richiesta.

Se la domanda per ottenere un prestito FAF non viene compilata correttamente potremo vederci rifiutare il prestito, e archiviare la pratica. Al fine di evitare questa spiacevole conseguenza dovremo seguire pochi e semplici step, atti a stilare al meglio la richiesta – e avere quindi più chance che

Mutuo a tasso misto

Esistono vari tipi di mutuo, le cui caratteristiche principali li definiscono e li differenziano. Una delle principali peculiarità di questo tipo di finanziamento è proprio la tipologia del tasso di interesse. Infatti possiamo scegliere di sottoscrivere un mutuo a tasso fisso, a tasso variabile o a tasso misto. Quest’ultima soluzione, sebbene sia molto meno nota rispetto alle precedenti, è molto diffusa e – soprattutto in un periodo di crisi economica come quello che stiamo vivendo – conveniente. Nelle prossime righe parleremo meglio di questo tipo di mutuo, per capire se sia una scelta conveniente o meno per il richiedente. Se vogliamo invece conoscere ulteriori dettagli sul mondo dei mutui in generale possiamo consultare il sito internet Sceltamutuionline.it.

Un mutuo a tasso misto consente al debitore di scegliere il tasso di interesse applicato sulla restituzione, alternando tra un tasso fisso

Prestiti tra privati come soluzione tra i prestiti per protestati

Banche e finanziare sono solite eseguire dei controlli su coloro che avanzano una richiesta di finanziamento, al fine di accertarsi se il soggetto sia affidabile economicamente o meno. Questo potrebbe essere un problema per coloro che in passato hanno subito un protesto, o sono ancora iscritti al registro Crif. Non c’è modo di evitare tali accertamenti, ma è possibile per questi soggetti trovare valide alternative a un classico finanziamento personale. Una possibile soluzione per protestati e cattivi pagatori può essere quella di richiedere un prestito tra privati. Nell’articolo che segue ci proponiamo di fornire al lettore i giusti approfondimenti sull’argomento. Chi desidera invece saperne di più sui prestiti per i protestati e i cattivi pagatori, che non siano quello di cui parliamo in sede, possono recarsi sul sito internet Guidaprestitiprotestati.it.

In un prestito tra privati non sono le banche

Il prestito indpap spiegato al meglio

Anche per chi percepisce la pensione ci sono varie e tante possibilità di poter richiedere un prestito. Il prestito indpap – Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica – o inps, è elargito dallo stato e offre diversi vantaggi anche ai pensionati.

Il prestito indpap o inps, infatti, prende il nome dai due enti che si occupano di fornirlo. Questa tipologia di operazione è rivolta ai dipendenti statali e a chiunque percepisce un reddito dallo stato. Il prestito indpap, inoltre, presenta agevolazioni per quanto riguarda gli interessi e le spese accessorie, così da risultare vantaggioso ed economicamente interessante per i dipendenti statali che necessitano di un finanziamento o semplicemente di maggiore liquidità per finanziare i propri progetti e le proprie aspirazioni professionali.

Anche i pensionati rientrano nella categoria di chi percepisce un reddito dallo stato. Sono

Prestiti finalizzati: come sono?

Il prestito finalizzato è una delle tante varietà e tipologie di prestito che il mercato odierno mette a disposizione di soggetti: privati, aziende, stato. Il prestito finalizzato è un’operazione differente dai più classici e conosciuti prestiti personali o prestiti cambializzati. Se dunque non conoscete le sue caratteristiche e volete poterlo valutare nel suo complesso siete nel posto giusto: il prestito finalizzato è semplice.

Il prestito finalizzato è la tipologia di finanziamento bancario che, quando richiesto, può essere utilizzato solo ed unicamente per essere speso nel bene o nel servizio precedentemente illustrati. Più semplicemente, il prestito finalizzato permette di acquistare un bene o un servizio specifico: i soldi ottenuti da questa tipologia di operazione economica possono essere spesi solamente in questo modo.

Solitamente è infatti lo stesso istituto bancario che si occupa di versare il pagamento direttamente nelle casse del terzo

L’’importanza del preventivo

Per poter contrarre un prestito che sia vantaggioso è molto importante poter valutare un preventivo durante la fase di consultazione. Il preventivo permette infatti di poter avere reali proiezioni economiche per quanto riguarda la spesa totale dell’operazione. Sarà quindi importante per poter capire e valutare l’esborso a cui si andrà incontro quando arriverà il momento di cominciare a restituire la cifra prestata e quindi a risanare il debito.

Il preventivo, inoltre, non contiene solamente la cifra del prestito, ma, al contrario, sarà comprensivo di tutte le spese accessorie e della percentuale di TAEG. Questi due fattori infatti sono in grado di modificare in modo consistente l’ammontare della spesa e quindi sono da considerarsi determinanti: e non richiedere un preventivo, in questo senso, fa correre il rischio di non essere a conoscenza di tutte quelle valutazioni economiche che vanno ad appesantire